TNAA Giuseppe Bonanno

Competenze

Docente di Discipline geometriche, Architettura, Design d’arredamento e Scenotecnica,  e di Progettazione Costruzioni e Impianti presso Istituti di  Istruzione Superiori Statali della P.A.T. Architetto e Designer, collabora allo sviluppo di percorsi di ricerca e sperimentazione progettuale presso l’Università degli Studi di Trento, DDL/Dicam. Partecipa alla realizzazione di pubblicazioni di Architettura, Design e didattica per la casa editrice List, laboratorio internazionale editoriale, tra le quali: Alps “Home & habitat intelligent”; Alps “Atlas Interior”; “Seven Strategies”, Quaderno di progettazione Urbana e del paesaggio.

Esperienza

Partner dello Studio di Architettura Bonanno e Associati, ha al suo attivo la realizzazione di  diversi progetti di architetture commerciali e residenziali, di allestimenti di mostre di Architettura e di Design, tra cui:   Gillo Dorfles “Io Gillo”; Ugo La Pietra Architetto, “ Territori” ;   20th Russian Art, “Yesterday/Today Avantgarde” con Transarte Rovereto; “M. Armani” promossa dall’università di Trento per cattedra A. Libera c/o Unicredit Tn.  Ha progettato, allestimenti per Guess Jeans -ltd,  per l’ente Teatro di Segesta in occasione del Festival omonimo;  il Padiglione dell’Associazione Artigiani Trento c/o Fiera Arredo Bolzano (Tall/UniTn) e Il Padiglione “ La casa del Futuro” di Italo Rota per Samsung a Riva del Garda Tall/UniTN; ha partecipato a numerosi bandi di concorso pubblici e privati nell’ambito della Progettazione Architettonica e Comunicazione grafica,  classificandosi primo diverse volte, tra gli altri:  il Concorso pubblico per progetto di un’opera d’Arte- diaframma architettonico c/o Azienda S.Maria, comune di Cles;   il Concorso internazionale di Architettura e Design “Suite d’Autore”;  il Premio nazionale Agorà, ed ha curato, come Visual Designer, diverse campagne di comunicazione.

Istruzione

Si è laureato in Architettura con indirizzo in progettazione architettonica e specializzazione in sistemi di rappresentazione, presso la facoltà di Architettura di  Palermo. Abilitato all’esercizio della professione di Architetto, Pianificatore, Paesaggista, Conservatore. Nel 2001 ha conseguito il Master biennale in “Tecniche di analisi e sviluppo progetti d’impresa in ambito Europeo” alla Etass  School di Milano.

Programma del corso

Il corso rappresenterà la premessa per il luogo del fare, lo spazio in cui lo studente potrà sperimentare e materializzare le idee progettuali per verificare e controllare in modo tangibile e consapevole la fattibilità del progetto, le possibili caratteristiche fisiche, morfologiche, dimensionali ed ergonomiche, il comportamento dell’oggetto nello spazio reale.

Obiettivi specifici: Gli obiettivi del corso consistono nell’acquisizione da parte degli allievi di competenze specifiche relative alle discipline del disegno e della scienza della rappresentazione, per leggere, capire, immaginare, creare e rappresentare figure piane, solide ed elementi di Design, collocati nello spazio sia bidimensionale che tridimensionale. Il corso affronta i temi fondamentali della geometria descrittiva applicati alle esigenze della rappresentazione dello spazio nell’era digitale e dedicati alla formazione dell’allievo designer. Lo scopo finale sarà quello di fornire, attraverso un metodo di indagine e ricerca spaziale di tipo creativo, le capacità e le competenze tecnico/pratiche necessarie alla rappresentazione del progetto, non solo come fatto grafico ma anche come “trasposizione, in forma iconica, del pensiero”, ricordando che un mobile, un oggetto di design è sempre “altro” in un processo  di  traduzione infinito di successioni, rimandi e significati.

La metodologia didattica: basata sia su lezioni frontali che su esercitazioni tecnico-operative laboratoriali, permetterà di attivare, nel singolo studente, quel processo necessario a garantire l’elasticità mentale e la capacità critica necessarie per operare in senso progettuale, cioè previsionale, e comunque grafico-operativo. Durante il ciclo delle lezioni, attraverso i passaggi necessari, lo studente si aggiornerà continuamente e studierà le strategie più efficaci per impostare il suo lavoro come occasione di ricerca-azione, favorendo modi diversi di apprendere e di fare esperienza.

ATTIVITÀ DIDATTICA,MODULI DI INSEGNAMENTO SPECIFICI:

1) Elementi fondamentali di Geometria Descrittiva e applicazione pratica nella rappresentazione dello spazio: 1.a: Fondamenti geometrici della scienza della rappresentazione- Il metodo di Monge e ladoppia proiezione ortogonale, la rappresentazione degli elementi fondamentali di un oggetto. 1.b: Assonometria  1.c: Prospettiva 1.d: Teoria delle ombre nelle rappresentazioni ortogonali e nelle viste prospettiche. 1.e: Geometria dei modelli

2) Conoscenza delle procedure progettuali legate al Design: 2.a:  Cenni di fisica, morfologia, percezione visiva, teoria del campo – 2.b:  Le norme che regolano il disegno tecnico: possibilità grafiche, interattive e dinamiche partendo dalle basi di disegno tecnico (pianta prospetti e sezioni)  2.c:  Cenni sul rilievo architettonico,Sistemi di quotatura, e scale grafiche.

3) Introduzione al disegno digitale e Concept Sketching: 3.a: Elementi di disegno digitale 2d e 3d per la rappresentazione dello spazio. 3.b: Elementi di Concept Sketching.

4) Il rapporto tra le arti visive e il design, excursus storico ed esempi cronologici.

Tempi: 100 ore – CFA ECTS: 6 – Tipo di Disciplina: Teorico pratica – Modalità: Lezioni Frontali e Laboratoriali, Cooperative learning, Esercizi pratici e dimostrazioni teoriche. Strumenti: Piattaforma Web dedicata, Tavoli da disegno, Slides, Videoanimazioni, Software grafico – I materiali didattici verranno consigliati prima dello svolgimento del corso.

Bibliografia consigliata:

  • Dante Nannoni “Geometria, prospettiva, progetto”Cappelli Editore
  • Lucia Arduini “Dal cucchiaio alla città”-  Le Monnier
  • Rudolph Arnheim “Arte e percezione visiva”  – Feltrinelli, Milano
  • Manufacturing Processes for Design Professionals, Rob Thompson, free downloadable
  • Migliari,Geometria dei modelli, nuovi quaderni di applicazioni della geometria descrittiva, ed Kappa
  • Migliari Fondamenti della rappresentazione Geometrica e Informatica dell’architettura, ed. Kappa
  • Marcolli – Teoria del campo – Sansoni, Firenze
  • AA.VV Laboratorio di Disegno “Teorie e metodi del Disegno”. Scolari, Bertan. Città Studi
  • Mario Docci/Riccardo Migliari “ Scienza della rappresentazione” – Fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva
  • Bruno Munari, “Artista e designer” –  Edizioni La terza
  • Prototyping and Modelmaking for Product Design, Bjarki Hallgrimsson
  • Gillo Dorfles  “Design. Percorsi e trascorsi. Cinquant’anni di riflessioni sul progetto contemporaneo” –  Lupetti edizioni